Programma Garanzia Giovani e nuovo superbonus assunzione (€ 12.000)

images (3)Con circolare 24 maggio 2016, n. 89, l’Inps fornisce le indicazioni operative per il godimento dell’incentivo da parte dei datori di lavoro per l’assunzione dei giovani che abbiano svolto o che stiano svolgendo un tirocinio extracurriculare finanziato nell’ambito del Programma Garanzia Giovani.

La stessa circolare, inoltre, illustra l’incentivo “Super Bonus Occupazione” in relazione anche alla cumulabilità con gli altri aiuti di Stato ed al coordinamento con altri incentivi, ed indica, inoltre, gli adempimenti dei datori di lavoro relativamente all’ammissione ed alla sua fruizione.

L’incentivo può essere riconosciuto:

– per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate dal 1° marzo 2016 al 31 dicembre 2016 riguardanti lavoratori che abbiano avviato e/o concluso un tirocinio extracurriculare entro il 31 gennaio 2016, nei limiti delle risorse appositamente stanziate;

– a tutti i datori di lavoro privati, a prescindere se imprenditori o non.

In particolare, il Super bonus è volto all’assunzione di giovani che, all’inizio del percorso di tirocinio extracurriculare finanziato nell’ambito del Programma Garanzia Giovani (a prescindere dal fatto che il tirocinio sia stato o meno realizzato presso il medesimo datore di lavoro), siano in possesso del requisito di “NEET”, ossia non inseriti in un percorso di studio e non occupati.

L’incentivo spetta per le assunzioni a tempo indeterminato (anche a scopo di somministrazione), per i rapporti di apprendistato professionalizzante, nonchè per i rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro. Il Super Bonus spetta anche in caso di rapporto a tempo parziale, con un orario di lavoro concordato pari o superiore al 60% dell’orario normale.

Non spetta invece nei seguenti casi:

  • contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore;
  • contratto di apprendistato di alta formazione e ricerca;
  • contratto di lavoro domestico, intermittente e accessorio.

In favore dello stesso lavoratore l’incentivo può essere riconosciuto per un solo rapporto: una volta concesso, non è possibile rilasciare nuove autorizzazioni per nuove assunzioni effettuate dallo stesso o da altro datore di lavoro; mentre non è possibile riconoscere il Super Bonus per assunzioni che si riferiscano allo stesso giovane per la cui assunzione si sia già fruito del bonus ordinario.

Le risorse specificatamente stanziate per l’incentivo sono indicate dall’art.1 co.3 del D.D. n.16/ 2016 nel limite di euro 50.000.000. L’importo è invece determinato dalla classe di profilazione, con cui si stima il grado di difficoltà del giovane nella ricerca di occupazione, attribuita al giovane al momento dell’iscrizione al programma nazionale Garanzia giovani; ed è fruibile in 12 quote mensili di pari importo (se si conclude anticipatamente il rapporto di lavoro va proporzionato alla durata effettiva dello stesso).

In caso di rapporto a tempo parziale gli importi sono proporzionalmente ridotti.

Infine, l’incentivo è subordinato:

  • alla regolarità prevista dalla normativa inerente l’adempimento degli obblighi contributivi, l’osservanza delle norme poste a tutela delle condizioni di lavoro, il rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali più rappresentative sul piano nazionale;
  • all’applicazione dei principi generali in materia di incentivi all’occupazione stabiliti, da ultimo, dall’art. 31 del D.Lgs. n. 150/2015.

Per essere ammesso all’incentivo, il datore di lavoro deve inoltrare all’Inps una domanda preliminare di ammissione all’incentivo, avvalendosi esclusivamente del modulo di istanza online presente sul sito Inps. L’istanza di conferma costituisce domanda definitiva di ammissione al beneficio ed indica la misura complessiva dell’incentivo spettante che dovrà essere fruito mediante conguaglio/compensazione operato sulle denunce contributive (UniEmens).